accedi   |   crea nuovo account

Julium

Lo manone suo
Giove
su Luglio
poggia;
e la luna
mo d'argento,
mo d'oro
le sue notti
con ardore accende;
mentre lo Astro divino
a lo primo chiaror
ne lo Cielo
da padrone
fa;
e da lontano
uno ruggito leonino
appresso
lo ventiduesimo dì,
senza esitar
sentir si fa.

 

4
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/06/2012 15:34
    Ottima lirica frutto di un sapiente poetare. Complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/06/2012 15:28
    Un dipinto sublime con le magiche pennellate del Luglio leone(sol)...
    P_L_A_U_S_I di <3

6 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 04/07/2012 09:09
    Saper poetare è rendere in versi anche gli astri!
  • roberto caterina il 30/06/2012 15:44
    Bravo Don Pompeo, bella lirica.. apprezzata.
  • Ettore Vita il 29/06/2012 23:28
    Apprezzata molto bella.
  • loretta margherita citarei il 29/06/2012 20:44
    molto originale apprezzatissima
  • Anonimo il 29/06/2012 20:39
    sempre bravo Don con le tue bellissime liriche...
  • anna marinelli il 29/06/2012 17:05
    ma che piacevole lettura questo testo del nostro amico poeta Don
    Pompeo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0