accedi   |   crea nuovo account

Ombre

Uno spasmo di dolore mi torce le budella,
Un dolore lancinante mi apre il cervello,
Un fiotto di sangue sgorga dalle mie mani,
Le dita tremano, cercando un appiglio che non c'è.

L'acqua avvolge il mio corpo, lavando via le lacrime,
asciugarmi ridà un po' di calore alle fredde membra,
Il letto riposa il mio essere sfibrato,
Mi accoglie la notte, il mio mondo.

Arriva il mattino portandosi via l'oscurità,
Il sole risplende alto e caldo nel cielo,
Ma io appartengo al buio,
Il mio cammino è nell'ombra.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/06/2012 08:52
    Ma io appartengo al buio,
    Il mio cammino è nell'ombra.
    Versi sublimi
  • Rocco Michele LETTINI il 30/06/2012 07:48
    Un versicolato intriso di pessimismo... minuziosamente decantato...
    CIAO G_enio G_iustificato

2 commenti:

  • stella luce il 30/06/2012 17:57
    vivere come essere un ombra del proprio vero essere... essa vive nella notte in cui tutto è oscuro ed il giorno la fa scomparire... quante ombre vagano nella notte... bei versi
  • G G il 30/06/2012 15:30
    Grazie dei commenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0