username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Rurale notturno estivo

fra cielo e terra
fissi nella luce
il meriggio
è cieco per il sole,

cicale strepitano
fra rami sitibondi
e stoppie senza verde.

Afa infernale
toglie le forze ,
serrate le persiane
la gente chiusa in casa
si ristora al fresco
del condizionatore.

Ma dal giorno infuocato
ecco la notte
con tutte le stelle sopra il mondo,

con il ritorno di freschezza
e d'ombra,
la vita si ridesta,

nel lieto ciagolar
delle persone
che invadono le vie
del paese,
che siedono ai tavoli
del bar, oppure
in cerchio, a far comunella
intorno alla fontana,

tra il breve rider dei grilli
e la lucciola errante
sui campi attigui,
appena fuori dalle case,
che profumano di fieno.

 

5
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 30/06/2012 19:18
    Un quadretto bucolico estivo, dove non manca nulla e descritto alla perfezione e con uno stile eccelso... sei imbattibile nell'arte del poetare amica mia, un plauso dal cuore Lor.
  • Rocco Michele LETTINI il 30/06/2012 19:05
    E CHI MEGLIO DI TE PUO' DIPINGERE L'ESTATE?
    MAGISTRALMENTE CI SEI RIUSCITA...
    CIAO LORETTA... FELICE E SERENA DOMENICA
  • Don Pompeo Mongiello il 30/06/2012 18:36
    Un serto floreale, ed un bel bicchiere di liquido rinfrescante, offro a te per questa tua davvero eccezionale.

4 commenti:

  • Giuseppe Amato il 02/07/2012 09:45
    Sono venuto a leggerti e ho trovato una descrizione poetico pittorica che mi piace molto attenta e pronta ad immergersi nella realtà del momento come spesso capita anche a me!
  • Giacomo Scimonelli il 30/06/2012 18:45
    la vita si ridesta e l'anima respira.. la sera estiva è ciò di più bello per me che lascia in ricordo l'estate... bei versi amica mia
  • Bruno Briasco il 30/06/2012 17:58
    Uno spaccato di vita di un posto qualunque, riportato alla visione di un bello scrivere vissuto da vicino.
  • mario durante il 30/06/2012 17:24
    Bella descrizione dello stato dell'estate, del torrido e del vitale notturno. Troppa luce abbaglia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0