accedi   |   crea nuovo account

Io volli amarti

Ed ora m'accorgo che io non voglio sentirti
Perché tu m'hai fatto del male (e lo rifaresti?);
E telefonandoti, boh, non saprei cosa dirti,
E, pure, non voglio sapere che cosa diresti;

Così si trasforma il tutto nel giro d'un ora,
Io sto troppo male e scattano certi allarmi;
Non voglio star' male e già stavo male allora;
Ma noi, c'arrendiamo a noi, abbassando le armi?

Non posso permettermi d'esser' turbata; la sono.
Non è mio compito farti cambiare idea.
Non è accettabile questo profondo dolore.

Ti ho perdonato ma più di così non perdono.
E tu, mon amour, tu non erri chiamandomi dea.
Ma credo che tu non conosca il vero Amore.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/06/2012 19:19
    Un sonetto di stizza... ben forgiato...
    E VAI ELENA... CHE COLPE NON HAI... CIAO

4 commenti:

  • Aliena il 01/07/2012 14:10
    Uffa, ho letto e scritto poesie, dipinto, il silenzio e lo sfogo erano necessari, ora, più tranquilla e con idee nuove mi preparo al ritorno al mondo reale augurandomi di realizzarle insieme a Chi diceva che mi ama confidando nel fatto che sia sincero e che comunque sappia cosa vuoi dire.
  • loretta margherita citarei il 30/06/2012 20:41
    molto apprezzata complimenti
  • Anonimo il 30/06/2012 20:15
    In un rapporto a due L'Amore sta da una parte sola. È così da sempre e sarà sempre così. ***** Franco
  • Aliena il 30/06/2012 20:09
    E grazie ancora, e per stasera sparisco, che ho preso una tela e vado a dipingere, chiedendomi invano ma chi è questo ad impedirmi di lavorare seriamente ed a scatenare tutta questa creatività.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0