PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Puttana è la vita ma carogna è la morte

Nell'ultima sborrata dell'esistenza
l'oscura megera frenetica porge
il suo amaro e stretto utero
sulle bocche delle anime perdute
nella putrida strada del piacevole oblio.

E puttana è la vita
ma carogna è la morte

quando morente giacevo avvolto
nel fracasso di mille luci
cosparse nel telaio della desolata notte

mentre un corvo negro ridendo gracchiava
nell'eterno e perfetto ingranaggio
di quel maledetto e straziante orologio
chiamato fato.

Puttana è la vita
ma carogna è la morte.

 

0
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Lavinia Pini il 16/07/2012 18:16
    Bellissima.
    Riesci a catturare l'essenza di quello che vuoi trasmettere con poche parole che vanno subito al sodo..
    d'altronde è quello che ti caratterizza!

    "Puttana è la vita
    ma carogna è la morte"
    ... adoro questa frase.
  • Raffaele Arena il 02/07/2012 21:23
    La vita e la morte sono iscindibili. Dalla nascita la morte è già dentro noi. Capisco il senso di provocazione ma considerar la vita puttana è come una bestemmia. LA VITA, è cio che permette la crescita, nonostante esperienze negative, e dobbiamo cercare costantemente di sradicare in noi quel gene che ci porta a farci del male.
  • Anonimo il 01/07/2012 23:24
    Incisiva forte con chiusa che non dimenticherò ciao
  • Anonimo il 01/07/2012 18:30
    La vita e la morte sono due avvenimenti che scandiscono l'inizio e la fine di un'esistenza. Entrambe, correlate da un invisibile filo di mistero che sfugge, talvolta, alla logica umana, determinano episodi di vissuti umani differenti. La poesia dell'autore pare proprio volerci ricordare che la vita stessa non è mai fedele nè simile per ogni uomo, a differenza della morte che, con il suo arrivo inesorabile, resta uguale per chiunque. Un testo dai toni incisivi e veritieri con un incipit davvero singolare che scuote il lettore, attraverso un linguaggio peculiare e che sviluppa il tema trattato posando l'accento su metafore poetiche significative. Emblematica resta la chiusa che sottolinea il contenuto espresso nel titolo!

5 commenti:

  • laura il 02/07/2012 19:02
    una scrittura forte quasi rabbiosa! la vita e la morte che si intrecciano... la prima descritta come un corpo ched si svende, senza vergogna la seconda descritta come una carogna, pudrita... mi è piaciuta molto. complimenti
  • Anonimo il 02/07/2012 12:44
    la morte è il completamento della vita... è che noi non riusciamo a farcele un'idea non l'accettiamo specialmente quando ci tocca da vicino... bellissima questa tua... che nonostante tutto ci porta a profonde riflessioni... sempre bravo ste un abbraccio affettuoso e sentito...
  • STEFANO ROSSI il 02/07/2012 12:09
    Grazie mille a tutti, sopratutto ad Arcangelo che ha dato un ottima analisi ai miei versi. Un caro abbraccio. Stefano
  • Anna Rossi il 01/07/2012 23:50
    scrittura feroce. ma efficace. originale e moderna. a tratti dura. ma poeticamente ben scritta. centrato il messaggio..
  • Donato Delfin8 il 01/07/2012 18:57
    turista fai da te? meglio un caffettino

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0