PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Essenza

Lascia che le mie parole
Cantino
L'eterno sapore estatico
Che trasuda
La tua bellezza,
Così splendente da
Annullare ogni
Vana e misera
Ombra.
Nella valle delle tue gote
Odorosi e freschi e variopinti
Fiori
Sbocciano alla tua
Ignarità
Ma essi di certo
Non sono sotterrati
Dall'oblio
Giacché io trascorro
I miei dì,
Altrimenti miserrimi,
Contemplandoli.
E così
Il tempo dilata gli
Orizzonti
E l'estasi dell'attimo
Cangiante in monotonia
Sembra specchiarsi
Nel vuoto lago dei miei
Occhi,
E non è mai sera
Ché il sol stesso
Giace ad ammirar
La tua figura
Che somma si eleva
Tra la selva degli astri.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 02/07/2012 10:09
    Essenza del puro amore... con parole di dolcezza...
    Mirabile versicolato... Ciao Giovanni

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0