username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un altro

Il rantolo della ventola
mi addomestica
la scatola continua a
vestirsi da illusionista
il divano
mi dondola nella culla
della morte
la radio
si sta divorando tutto il silenzio
lo stesso piatto
mi riempie il ventre di
sabbia
gli alambicchi di vita
si sono frantumati.
Lungo il viale
eccolo
sta correndo sempre più veloce
i suoi passi ruggiscono
i miei occhi per un istante
scorgono la sua ombra
poco dopo un ruggito ancora più forte
la macchina lampeggiante.
Se n'è andato un altro.
Alla mia partenza
nessuna macchina
nessun ruggito
solo il silenzio che
mi riprenderò.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0