PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sangue tricolore

Fratelli
de l'Italia mia,
nun permettiamo
lo pie' straniero,
ancora na volta
impunemente
lo sacro nostro suolo
calpestar;
da le Alpi
a lo Etna
uniamoci,
contro chi
il nostro tricolore
straccio ne fa.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 05/07/2012 18:35
    Si potrebbe tentare di cantarla sulle note che Michele Novaro cucì sul testo di Goffredo Mameli e, come diceva Enzo Jannacci, vedere l'effetto che fa...

2 commenti:

  • Anonimo il 05/07/2012 23:36
    Caro Don, questa patriottica poesia assume oggi troppi significati. Chi è lo straniero, per esempio? L'integrazione europea che va avanti da decenni e che non si è compiuta
    ancora, ma pur è sempre in divenire, rende ambiguo ogni sorta di patriottismo nostrano che non sia contenuto in quello europeo. Ma non abbiamo un'Europa - ne siamo anzi, ancora molto lontani- "Politica", ne abbiamo una Europa come "Comunità" unica, abbiamo, per il momento, un'Europa dei soldi, quella si, ma solo quella. Saluti Ellebi
  • loretta margherita citarei il 05/07/2012 20:32
    ma dovresti farla ai leghisti, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0