accedi   |   crea nuovo account

Chi ero, chi sono

Correvo nei prati scaldati dal sole,
guardavo il mare giocare con le sue onde,
sognavo la mia vita come un bocciolo di rosa...
libera di decidere... libera di agire... libera di sbagliare...
Ogni soffio di vento mi accarezzava i capelli,
un cavallo al galoppo era il mio coraggio
una stella solitaria nel cielo era la mia speranza...
Tutto era un quadro dipinto perfettamente,
un sorriso perenne sulle mie labbra,
un gabbiano in cerca della sua dimora.
Ora i miei occhi sono colmi di pianto,
quel velo bianco che li proteggeva si è fatto cupo,
non vedo più l'orizzonte dove ho perso la mia gioia...
Solo di guerre parla questo mondo,
bambini cresciuti senza sogni... senza un ideale!
Un fucile tra le mani per uccidere un loro fratello!
Chiedete a me cosa e' il mondo?
Tre parole posso usare oggi... tre parole che feriscono il cuore
Rabbia... odio... vendetta!
Ero felice un giorno... sono triste oggi!

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 22/08/2012 07:45
    Da ragazzi, quando si hanno poche responsabilità, il mondo ci sembra un tappeto di rose che aspettano noi per essere colte e non guardiamo neanche con attenzione cosa ci circonda. Crescendo, consideriamo meglio la vita con le tristezze e qualche dispiacere e solo così possiamo capire che il giusto equilibrio lo dobbiamo trovare da soli. Ciao.
  • andrea il 05/07/2012 19:30
    non credo che sia il mondo a essere cambiato ma piuttosto siamo noi che crescendo lo vediamo con occhi diversi, le brutture sono sempre esistite ed esisteranno, anchio credo di avere avuto tempi migliori,
    una bella poesia.

4 commenti:

  • Ada FIRINO il 09/07/2012 15:45
    "Ogni soffio di vento mi accarezzava i capelli,
    un cavallo al galoppo era il mio coraggio
    una stella solitaria nel cielo era la mia speranza..."
    Bei versi, armoniosi e significativi.
  • laura il 06/07/2012 11:49
    si vero crescendo lo vediamo con occhi diversi, fore lo vediamo come realmente è! "quel velo bianco che li proteggeva si è fatto cupo" era per indicare proprio questo il fatto che da piccola era protetta da un velo di felicità oggi invece sono priva di quel velo e vedo il mondo come realmente è! Grazie per i Vpstri comenti e recensioni.
  • denny red. il 06/07/2012 01:00
    Tutto era un quadro dipinto..
    correvo nei prati..
    guardavo il mare..
    Intensa.. Piaciuta Brava.

  • loretta margherita citarei il 05/07/2012 20:32
    profonda poesia apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0