username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mano d'Amore mano assassina

Astio
gelosie si rincorrono
io non parlo con Te
Tu non parli con me

Ginocchia stanche
si piegano
sempre piu'

passa il Tempo
si incollano
alla pelle
umide sensazioni
dimesse

logorate
come un vecchio abito a fiori
rattoppato

E basta un attimo
di follia

per scatenare l'inferno
per prendere dal cuore malato
la ferocia assassina

mano omicida
di chi diceva d'amarti

 

l'autore karen tognini ha riportato queste note sull'opera

Nel 2012 e non è ancora finito ci sono gia' stati più di 70 omicidi per mano di uomini verso le donne...


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 06/07/2012 22:54
    Purtroppo è la triste realtà d'oggi che costa la vita a tante povere donne incapaci di potersi difendere da uomini così crudeli e malati nell'animo e nella mente che all'inizio sanno ben camuffare li loro comportamento, ma poi quando la donna è coinvolta nella storia, ecco che il mostro si sveglia e distrugge la vita di una povera donna che ha avuto la colpa di essersi fidata d'un uomo perverso. Quest'argomento mi tocca particolarmente perché spesso l'ingenuità porta alla morte. Apprezzata lirica!
  • cristiano comelli il 06/07/2012 21:43
    Eppure, cara Karen (scusami questa specie di gioco di parole tra l'aggettivo e il tuo nome), anche quando non ci si parla ci si parla autenticamente. Non voglio tessere l'elogio dell'incomunicabilità di una coppia, sia chiaro, ma evidenziare anche il fatto che i silenzi sono gravidi di contenuti, spesso anche importanti. Non sono un terapista di coppia, me ne guarderei bene perchè oltretutto non ne ho le competenze, ma se una coppia imparassa a valorizzare i suoi silenzi e i due partner scavassero davvero in tali silenzi, quante coppie non entrerebbero in crisi? Questo forse è lo sbaglio di un certo modo di amare, tante volte, pensare che importanti siano soltanto le parole. E a volte è invece proprio il contrario. Ciao, un caro saluto e complimenti per la poesia.
  • andrea il 06/07/2012 17:23
    semplice l'hai detto basta un attimo di follia, non credo possa essere altro ed è inutile tentare di mascherarla con la gelosia o quant'altro, sono d'accordo che sono gli uomini che prevalgono e
    la cosa che ritengo peggiore e che questa assurda follia omicida molte volte colpisce intere famiglie, molto bella la tua complimenti

11 commenti:

  • roberto caterina il 07/07/2012 09:48
    Un tema sociale rilevante hai fatto bene a ricordarlo Karen, con sensibilità poetica..
  • karen tognini il 06/07/2012 23:58
  • denny red. il 06/07/2012 18:14
    Ecco.. ancora una volta vallo a capire.. questo sito, l'anonimo perso su una spiaggia.. È Denny.
  • Anonimo il 06/07/2012 18:05
    Ancora oggi stanno studiando quel perchè.. quel neo che improvvisamente esplode.. cancellando una vita e vite, Negli ultimi 15- ventanni è cresciuto in modo devastante questo amore.. e morte, e.. ancora ora non si è trovata nessuna cura..
    Sugli scafali di librerie e biblioteche ci sono un'infinità di libri e pagine scritte da dai migliori criminologi pschiatri pscologi e.. ecc. ecc. ma ancora oggi l'ultima pagina su tutti quei libri di ieri e oggi han tuuti la stessa chiusura: Buio totale. Non lo so.. Karen, come non lo sà ancora nessuno, ogni volta quando si pensa che.. viene subito smentito da un'amore che nessuno mai poteva andare a pensare che.. che dopo una vita di splendido amore ecco che.. quell'improvviso neo in un solo secondo uccide tutto e tutti i nostri pensieri.. Non lo so Karen se tutte quelle mani siano assassine o non, forse alcune si e alcune no, siamo ancora là.. quì.. dove ognuno ha le sue verità.. e non verità.. Karen, un tempo.. leggevo molto il perchè di un perchè.. volevo capire come si può arrivare nel momento giusto per fare in modo che.. Che Niente.. Karen, e mi fermo qui Karen, Su questa tua poesia che lascia lì.. fermi.. pensieri silenzi.. vite di menti e non menti.
    Oggi.. hai indossato un vestito dverso.. dal tuo solito.. Abito meraviglioso, e.. mi è piaciuta molto questa tua.. questa tua.
    Ottima!! Sempre bella dentro e fuori, Brava!! Karen.

  • loretta margherita citarei il 06/07/2012 17:46
    accadono purtroppo questi drammi, profonda piaciutissima
  • sergio il 06/07/2012 16:29
    la chiusa è inquietante, cruda ma olimpica. Bravissima e bellissima
  • Gianni Spadavecchia il 06/07/2012 14:34
    Un dato da ricordare e tenere sottocchio.. Purtroppo questi attimi di follia avvengono a volte ed è difficile eliminarli. Apprezzo il tuo impegno nel ricordare questo attraverso la poesia.
  • Teresa Tripodi il 06/07/2012 12:49
    molto bella e vera... non aggiungo altre parole il tema è molto toccante ed ogni parola è in più brava
  • Alessia Torres il 06/07/2012 12:24
    È la triste realtà d'oggi...
    Ciò che porta a tanto è un'assoluta mancanza non solo di amore ma anche di umanità e di sanità mentale!!
    E la ferocia vien fuori con tutta la sua follia negli uomini che sono incapaci di autocontrollo e che sicuramente portano dentro consistenti conflitti irrisolti e mai affrontati con chi può aiutarli a liberarsi da tanta violenza repressa...
  • Vincenzo Capitanucci il 06/07/2012 11:57
    Quanti delitti... in nome dell'Amore... di un amore malato.. che cova astio nel cuore...

    Molto vera Karen... gelosie... incomprensioni... dialoghi che finiscono... e quell'abito a fiori... si lacera sempre di più... lasciando uscire... una mano assassina..
  • Anonimo il 06/07/2012 11:47
    Di Amore malato ancora è pieno il mondo... questi uomini sembrano sempre più "folli" verso le donne. I perché spesso non hanno risposte razionali; nonostante il divorzio liberatorio ci sono meccanismi dell'animo umano che sembrano risolversi solo con la violenza. I tuoi bei versi pongono domande a uomini ma anche a noi, l'altra metà del cielo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0