accedi   |   crea nuovo account

Occhi

Occhi

Verdi
Grigi
Profondi
Acquosi
Caldi
Sinceri
Illusori
Freddi
Dolci
Spietati
Seducenti
Anonimi
Unici.

Addosso dalla nascita,
non sono capace di liberarmene,
mi si nota solo per quelli
e per il corpo con cui sono solita camminare.

Specchio dell'anima,
ci leggono dentro e non capiscono,
non sanno spiegarsi perché sia così letale.

"Mi sono innamorato della cattiveria dei suoi occhi."

Un uomo l'ha detto,
altri l'hanno pensato, tacendolo.

Occhi che mi porto in giro e non posso coprire,
incapace di nascondermi agli sguardi che mi fissano
decido di chiudere le porte
e lasciare
che piangano in silenzio.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Andrea il 23/07/2013 19:03
    la tua poesia è sperimentazione pura, mi piace... a volte servono anche le strofe di uguale lunghezza, le rime, ma io credo che bisogna cercare di scrivere sempre quel che si pensa, senza curarsi troppo della forma: infatti a volte il pensiero immediato si fa poesia, ed è sicuramente più sentita. Tutto questo per dirti che mi è piaciuta tantissimo, brava.

3 commenti:

  • augusto villa il 06/11/2014 21:40
    Mai chiudere le porte... Al limite potresti improvvisarti "buttafuori"...
    Bella e spontanea... e mi trovo d'accordo con Andrea riguardo a questo!
    ---------------
  • Erica C. il 15/09/2012 22:57
    Grazie mille, Francesca, davvero...
  • Francesca La Torre il 15/09/2012 06:33
    Semplicemente stupenda, mi ha lasciato senza fiato! Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0