PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Polvere di una notte

Un passo più in là,
un metro oltre il confine;
Giocare con la monotonia
di quello che non avresti fatto,
sotto i piedi
lo sgretolarsi delle ragioni.
Pescare a piene mani
dal miserevole cesto degli istinti umani.

Ho rincorso le ombre
sui visi duri dei palazzi,
contato le sillabe
di una giornata di sole,
le cicatrici sulla pelle di un lattante,
i capelli su di una giacca
che non uso più.

Ho sognato tra la nebbia
e la vernice rossa
cola via dagli occhi.
Ti guardo,
ti aspetto.
Ti cerco sul fondo di una frase spezzata,
tra oggetti dimenticati
in un cinema di paese,
tra pagine ingiallite accanto al letto.
Dalla finestra aperta
sei volata via
come polline in primavera,
come polvere di questa notte
non ancora finita.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 09/07/2012 20:19
    molto bella.. e come sempre un po' triste, ma anche tinta di speranza..
  • anna rita pincopallo il 09/07/2012 14:26
    molto bella mi piace come scrivi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0