PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'etica

Filosofi, dotti, eruditi e magi,
costruendo castelli su logiche molli,
convinti del senno dei loro presagi,
dell'Uomo teorizzano l'etica. Folli!

Non sanno, i tapini, che l'uomo è creato,
al pari del resto degli altri animali,
per nascere, crescere, viver d'un fiato,
contendersi il cibo coi propri rivali.

Per unica, sola, vera cagione,
ei si differenzia da bestia felina,
e ch'egli non sbrana per fame, a ragione,
ma uccide per soldi, potere, eroina!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Giovanni Conti il 17/04/2009 23:03
    Grazie del ringraziamento, si, sono i filosofi, in paricolare i platonici e gli scolastici (aristotelici che però di fatto fanno passi indietro rispetto ad aristotele) che hanno fatto questo processo.
    La concezione antropocentrica può essere mantenuta se il "centro" viene comunque considerao parte integrante e non distaccata del resto, comunque al'antropocentrismo era già un po' decaduto 500 anni prima del mondo odierno.
    So che il mondo "tira", sono stato tirato per molto tempo ed inconsciamente reagivo con un'indifferenza pazzesca, pochissima emotività ed una logica fortissima. Se non fossi stato così correrei un rischio maggiore di venire tirato di nuovo, ma adesso ho una forza che mi permette di "tirare" gli altri e forse di "tirarli fuori" dal giro. Al futuro non ci penso molto, ma non penso di ricaderci, anche se ci ricadrò ogni tanto, so comunque già un po' come uscirne.
    Ah, comunque immaginavo che non era follia erasmitana!
    Un caro saluto anche a te. Giovanni Colosi
  • Carlo Capossela il 16/04/2009 09:55
    Un personale ringraziamento a Giovanni Colosi per il suo erudito commento (che mi è piaciuto moltissimo).
    Immagino che il soggetto della prima frase del commento di Giovanni siano i filosofi (dotti, etc..), che io chiamo in causa nell'Etica.
    La concezione antropocentrica dell'universo, di platonica memoria, è, nel mondo odierno, veramente difficile da sostenere dal punto di vista etico.
    Spero, ma ne dubito fortemente, che, col tempo, Giovanni riesca a mantenere la sua purezza d'animo.
    Il nostro mondo purtroppo "tira" da un'altra parte, caro Giovanni.
    Erasmo da Rotterdam non centra nulla.
    Un caro saluto.
    Carlo Capossela.
  • Giovanni Conti il 15/04/2009 17:55
    la prima strofa non va di contenuto: il problema è che hanno usato logiche così forti che non si possono applicare in pratica ad individui con istinti, sentimenti ed emozioni.
    E quel "folli!" non mi piace perchè lo intendo in concezione erasmitana, e allora i folli sarebbero tutti gli altri, quelli che nomini tu sarebbero più da chiamare corrotti... ma non penso tu l'abbia inteso così.
  • maria teresa di donato il 18/07/2008 19:10
    molto realistica ed anche bella. complimenti!
  • A. Barbara Di Stefano il 03/07/2007 23:18
    ... mi scuso per il refuso... sopravvivenza
  • A. Barbara Di Stefano il 03/07/2007 23:17
    Perfetta forma. Circa il contenuto, spesso anche a me capita di riflettere sul fatto che l'uomo, inteso come specie, si comporta peggio delle fiere... e per motivi che nulla hanno a che vedere con la sopravivvenza.
    A prescindere dall'ovvia constatazione che ogni uomo -meno male- è una storia a sè...
    Comunque ti faccio i miei complimenti, ben composto, anzi benissimo!
  • Federico Magi il 03/07/2007 21:24
    la forma non mi dispiace, anche se non condivido i contenuti. Come qualcuno ha accennato, il discorso sarebbe un po' più complesso. Ma è logico che una poesia viva di immagini simbolo e che, di conseguenza, difficilmente esaurisce in sé il tema che propone.
  • roberto mestrone il 03/07/2007 21:00
    Mi è piaciuta.
    Il senso e la sostanza sono azzeccati; forse quell' ''uccide '' finale è un po' marcato, a meno che tu abbia inteso '' uccisione DEI VALORI, DELL' ETICA UMANA''.
    Anche in questo caso, comunque, non si può fare di tutte l'erbe un fascio: molti esseri umani sono filantropi.
    Bravo comunque!
    Ro
  • laura cuppone il 03/07/2007 19:25
    ... nuda e cruda eh? non credo che sia cultura o studio e nemmeno istinto, quest'essere che tu hai dipinto(e in certi casi è così!) come un animale che uccide lo stesso ma senza onore, perchè non lo fa per fame ma per interesse...
    credo che ci sia ben altro, molto, molto di più...
    il pensiero, l'amore, l'anima e il poter comunicare ciò che non si tocca con mano ma che si sente nelle vene... Ma non è sangue, quello di cui parlo, forse è la scintilla che ha spinto il tuo fuoco a scrivere con rabbia la tua verità...
    ogni tanto bisogna rifletterci su...
    ciao L
  • Luigi Lucantoni il 03/07/2007 19:18
    Ottimo sunto filosofico!
    Il fatto è che la mente umana ci ha fatto uscire come specie dal contesto darwiniano di evoluzione che caratterizza tutti gli altri viventi.
  • Phil Ethasimon il 03/07/2007 16:54
    Bella, Triste e Reale.
    Ma non tutti gli uomini uccidono...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0