accedi   |   crea nuovo account

La vita che da e poi ti toglie, la vita

La piccola vecchia affondata nel letto
minuscola appare come gracile bimba
le mani incrociate al rosario sul petto
un mazzo di rose le sfiora una gamba

la stanza e' silenzio spezzato soltanto
da strane parole mischiate a lamenti
il vecchio singhiozza asciugandosi il pianto
si guarda d'intorno cercando i parenti

da mille ricordi squassata la mente
di giorni tirati, rubati, vissuti
di giorni felici con poco con niente
di storie oramai coi finali perduti

e sposta la sedia per starle vicino
con la mano la sfiora le accarezza il viso
sembra dorma felice appoggiata al cuscino
par che quasi nel sonno ora accenni un sorriso

e' piena di gente la stanza ma e' solo
non servono a molto i cordogli, parole
fa freddo, gli appoggiano alle spalle una polo
fa freddo e non serve ad un cuore che duole

e' strano pensare a una storia che muore
tra tristi ricordi e qualche foto ingiallita
la vita che dà e poi ti toglie, la vita
strappando e straziando di dolore il tuo cuore



"

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 10/07/2012 08:32
    Quartine di riflessione mirabilmente corredate...
    BRAVO ANDREA... CIAO

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0