accedi   |   crea nuovo account

Amanti

Mangiare e vestirsi di luce
Il resto è vano
Sembra saggio pensare così
Vivere all'ombra dei fiori
in cerca di granelli di terra
E
Immediatamente riconoscere
l'amante in chi parla una lingua
simile non uguale
alla nostra.

E'
un disastro intendersi
quando c'è la bassa marea
perché la luna vuole la sua parte
di luce
mentre
al buio pesto ci avvolgiamo
come pesci fosforescenti
che sanno danzare un po'..

Domani il sole
asciugherà le nostre
candide vesti..

 

4
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 12/07/2012 15:51
    ... ma rimane la candida alma. Bravissimo!

5 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 11/07/2012 10:38
    Un laudo sincero per questa tua eccezionale davvero!
  • loretta margherita citarei il 10/07/2012 12:25
    molto bella ottime le metafore usate complimenti
  • Anonimo il 10/07/2012 12:15
    Molto bella. Bello riuscire a vedersi e danzare anche al buio. La chiusa è ancora più bella. ciao
  • Anonimo il 10/07/2012 11:38
    Tra visioni di puro "incanto" colgo l'essenziale per me: in un rapporto d'amore essere uguali può tediare, l'essere simili invece apre la via alla comprensione non solo degli amorosi sensi. Può sembrare una sfumatura invece...
  • karen tognini il 10/07/2012 11:31
    STUPENDA... Grande Roberto.. versi magici...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0