accedi   |   crea nuovo account

Qualità

La qualità della nostra vita, stà andando a precipizio
non è un problema di soldi, è un problema
di perdita di senso di appartenenza, all'umanità.

Ploriferazione di macchine, di computer e telefonini
che illudendoci di mantenerci in contatto
ci lasciano senza parole, piano piano, lentamente

creano un distacco. Dentro di noi, tra me e te
tra noi e loro e tutto diventa caotico. E tutto
è sotto e fuori controllo, perchè poi

manipolare continuamente la madre terra
e di conseguenza sdoppiare o moltiplicare
la nostra identità, porta a perdersi.

E cresce poi la parte brutale, dentro di noi
che non affaticandoci manteniamo energia repressa
dentro il nostro organismo, e vuoi per una cosa

vuoi per un altra, si deteriore anche la nostra capacità
di controllo. Il risultato è un conflitto continuo
per accaparrarsi l'ultimo litro di acqua al supermercato.

È un occasione mancata, non tutto è perduto. Certo
dobbiamo tornare ad accarezzarci ed accarezzare, a parlarci
e parlare, abbracciarsi. Non tutto è perduto. Nonostante tutto.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ellebi il 10/07/2012 23:06
    Io credo invece che la qualità della nostra vita sia cresciuta e continui a crescere, e, in misura non indifferente, è proprio per merito di una tecnologia sempre più avanzata e sorprendente. Quello che non cresce altrentato è invece la nostra generosità che anzi pare diminuire. In aumento invece è il nostro egoismo che va di pari passo all'ipocrisia.
    Tuttavia son solidale con la tua ultima strofa. Cordiali saluti
  • loretta margherita citarei il 10/07/2012 20:01
    condivido lirica apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0