PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come un pugnale

Sai, a volte
la paura
é alle mie spalle:

una porta
che sbatte;
uno sguardo
invadente;
il rumore del
mio respiro
trattenuto.

Una tenda ingiallita,
dimenticata lì, sola,
nel luogo della
sterile quotidianità,
ferma nell'eterno sfuggire.

Cerco una mano,
ma ci sarà chi già la tiene.

Paura di me,
di loro, ma
ancora di più
di me.

Alle mie spalle,
come un pugnale.

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/07/2012 15:48
    mi piace molto questa tua poesia! Molto diretta... tenera e vera...

6 commenti:

  • vincent corbo il 09/09/2012 11:30
    Sai un po' mi son fatto contagiare da Giacomino Colosio e dai suoi tre mesi di obiettività (relativa perchè personale).
  • Luana D'Onghia il 09/09/2012 11:13
    Hai ragione, Vincenzo. Ti ringrazio per l'obiettività: anch'io non ero molto convinta! Vedrò come migliorarla.
  • vincent corbo il 09/09/2012 09:49
    è una poesia molto bella che descrive oltre alla paura anche l'inquietudine. Tuttavia, credo che i quattro versi "paura di me.." intacchino l'equilibrio che la poesia possiede perchè non risultano convincenti.
  • Grazia Denaro il 11/07/2012 18:06
    Capita di sentire la paura a fior di pelle, ciò succede quando la nostra anima non è serena, apprezzata!
  • loretta margherita citarei il 11/07/2012 16:44
    intensa bella poesia
  • Salvatore Maucieri il 11/07/2012 07:55
    Opera che descrive mirabilmente questo sentimento. Piaciuta e condivisa. Ciaooooooooooooooooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0