username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cielo stellato

Ci sono stelle così lontane
che la loro luce è un flebile pulsare
poi ci sono stelle rosse
che quasi senti il loro soffrire
ho visto anche stelle canterine
che per un soldo si mettono a cantare
e le stelle assassine che non sai mai
quando ti vengono a trovare. Le stelle
semoventi hanno solo paura di morire
e quelle come diamanti non sono altro
che blocchi di cemento. Ma le più belle
sono le stelle luccicanti che assorbono
la luce dalle panchine dei più teneri
amanti.

 

5
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessia Lombardi il 11/07/2012 20:16
    Un verseggiare sublime e soave.. Lirica a dir poco perfetta..
    Apprezzatissima!!
  • Maurizio Cortese il 11/07/2012 09:01
    Molto originale l'idea di dare alle stelle delle caratteristiche a cavallo tra l'umano e l'artificiale.

4 commenti:

  • tylith il 12/07/2012 15:29
    Davvero bello questo tuo cielo stellato pervaso da mille sensazioni, ho provato anche paura quando dici che le stelle assassine non sai mai quando ti vengono a trovare. Davvero sublime anche come chiudi il componimento.
  • loretta margherita citarei il 11/07/2012 16:44
    molto gradevole, complimenti
  • Anonimo il 11/07/2012 13:18
    bravo,
    un bel finale..
  • Anonimo il 11/07/2012 10:54
    Bellissimo inno alle stelle e ai teneri amanti, complimenti Vincenzo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0