PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fotografia dell'alba

bianca spina di rosa
leggera come vento che nasconde
le nostre utopie
dal levante del mio animo

un secondo un minuto un'ora
tutto il tempo che mi serve ancora
un giorno un mese un anno
il tempo perso nel mio viaggio

la luce si spegne e nasce la sera
gocce di livore che prescinde
il nostro amore
dal ponente della mia anima

un secondo un minuto un'ora
e tutto il tempo che voglio ancora
un giorno un mese e un anno
non so se basta alla mia richiesta

di infinità
di finità
di umanità
di radiosità
che è poi così immobile
ed il mio vento è più che instancabile
se nel tuo ventre il nostro amore
non è solo un motivo il silenzio imprescendibile
delle nostre voluttà

mi è rimasto il tuo odore di rose
sulla mia pelle che chiede il tuo nome
mi è rimasta addosso ancora infinita
il senso inappagato che ho della tua anima

ma tu rimani così
nella posa che hai
mentre da morfeo ti lasci cullare
nella posa che sei
fotografia della mia alba preferita
che ci sveglia dalla nostra vita
ma tu rimani così

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • vania antenucci il 01/08/2012 11:11
    Caro Giuliano bellissima io adoro le albe, esprimi dolcessza, sensibilità e amore complimenti bravissimo!
  • loretta margherita citarei il 11/07/2012 20:37
    molto apprezzata piaciuta
  • Anonimo il 11/07/2012 16:18
    un'alba sublime... come questa meravigliosa poesia giuliano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0