PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Introspezione

Si scioglie in un'atmosfera stagna
pensiero che più non bagna
ricerca d'emozione spenta
nell'intimo riandare
gioco di luci e ombre
sole che quasi fonde
vaga nel nulla
poi ritorna
libero infinito cielo
brucia un fuoco spento
celato nel tormento
di un vuoto troppo vuoto
di un pieno sparso inerme
tocco prendo e poi rilascio
quel che fu stretto
oramai è sciolto
a nulla si lega più
il claustrale mio pensare
nell'ancestrale che mi fu
limpido e famigliare

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/07/2012 20:24
    IN PRIMIS IL PIACERE DI RILEGGERE UN TUO VERSICOLATO... E A SEGUIRE TUTTO IL MIO APPREZZAMENTO PER QUESTA TUO DELIZIOSA VERSICOLATO...
    CIAO IVANA
  • Grazia Denaro il 11/07/2012 17:42
    Una bella lirica che mette in evidenza che ciò che un tempo fu importantissimo per l'autrice, ormai è divenuto vecchio e quindi presumo non faccia più tanto male il suo pensiero. Apprezzata!

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0