accedi   |   crea nuovo account

Per essere umani

Nel solatìo vagar soli
ma mai soli incontrare
se stessi e altri, ancora

e demoni che la fanno da padroni
per inchinarsi alla forza della luce
della coerenza della pace

nonostante costante apparenza
assurda e incomprensibile.
E sentire anche solo il contatto

di un angelo vicino, in carne ed ossa
che riaccende l'assopito amore
che tempra di nuovo il cuore.

Nonostante celle, come gabbie
e stanze come castelli inespugnabili
tecnologicamente invadenti

troppo e troppi per chi più ha forza.
Abbracciami, per comprendermi, e dar a te
il tuo essere come lo sono, da esseri umani.

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/07/2012 06:55
    PER ESSERE UMANI... DI <3 GLIELA METTO SOTTO L'OCCHIO DE L'INUMANO...
    IL MIO PLAUSO PER QUESTA TUA TOCCANTE LIRICA... CIAO

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0