accedi   |   crea nuovo account

Mediterraneo

Rocce vestite di pini,
chiaroscuri di verde e argenti;
s'insinua il mare
in misteri di grotte
col suo cobalto splendore.
Lontano stormi di vele
agili come gabbiani,
antica voce
dispersa nel vento
tra echi di conchiglie
e trasparenti fondali;
l'anima mia
disciolta nell'azzurro,
in verniciati scafi e mucchi di reti;
sorrisi emersi
da volti solcati
bruciati dal sole e
un ritrovarsi in brezze salmastre
in ombre di nascosti sentieri,
in linee infuocate di tramonti
negli immensi attimi d'albe.
Mediterraneo, il tuo volto nello specchio stellato;
vorrei farmi cullare dalle tue mani, galleggiare lontano...
nel profondo dove batte il tuo cuore

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 13/07/2012 21:31
    È proprio tutto da respirare e nuotare nella più profonda e inesplorata anima dei suoi fondali questo Mediterraneo dove l'uomo impara a stringere la mano alla pace e la poesia lo invita a viaggiare verso il sole, sicuro che non si scotterà ma ne trarrà ulteriore linfa per nuova poesia. Complimenti.

2 commenti:

  • Salvatore Maucieri il 13/07/2012 19:34
    Opera mirabilmente descrittiva. Lo stile e' poi scorrevole ed elegante. Splendida dedica. Complimenti. Ciaooooooooo
  • loretta margherita citarei il 13/07/2012 17:01
    belle le immagini descritte, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0