PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dio

Ho cercato d'immaginarmi un Dio democratico
ma non c'è stato verso che un poco mi riuscisse
è il divino proprio come idea a non permetterlo
nessuno mai un giudizio d'altri accetterebbe
per non parlare di stargli piamente sottomesso.

Cerchiamo dove l'umano non arriva
germogliato com'è da imperfezione
quel principio di tutto in questa vita
raggiungibile soltanto con la fede
per la ragione sola vana impresa.

Molti non osano chiedere il soccorso
ai mali tanti loro o d'altra gente
direttamente e qualche santo pregano
d'intercedere al Sommo che dia grazie
ma Suo voler procede sol dal Dio.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Maurizio Cortese il 14/07/2012 18:57
    Molto vero il senso di questa poesia, soprattutto quando dice "cerchiamo dove l'umano non arriva": Dio è invece una presenza vicina all'uomo, tanto vicina che solo Lui può far nascere in noi la voglia d'invocarlo.

3 commenti:

  • silvana capelli il 10/08/2012 07:48
    Vero quanto dici Michele, l'uomo vorrebbe che Dio assomigliasse a lui, ma invece, è l'uomo che deve assomigliare a LUI; il che, non riesce ad incontrarlo, anche se è dentro di lui.
    Bellissima! da meditare. Un saluto cordiale, Ciao!
  • loretta margherita citarei il 14/07/2012 20:35
    bella e profonda poesia, ciao michele
  • Rocco Michele LETTINI il 14/07/2012 19:23
    TRE STROFE DI DIVINA VERITA'... CONDIVISE PER IL SUO MIRABILE CORREDO... CIAO MICHELE

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0