accedi   |   crea nuovo account

Boxeur

La vita, amico mio,
è un pugno che cambia sempre nome,
è il balenare sibilante
a volte vigliacco a volte complice
di sfide da respirare e accogliere;
c'ero sempre io,
a palpitare in mille odorosi, consumati ring,
a pregare destro, sinistro e guantoni,
perchè non si compiacessero d'abbandonarmi.
Solo, sempre, dannatamente solo
schiavo e a un tempo padrone,
di infinite guardie da non abbassare,
di jab da cui non lasciarmi tramortire.
Nessuna donna mi sa baciare e ristorare,
come la spugna bagnata sul volto sudato,
che
fedele e incorruttibile amica
mi prende per mano a ogni fine round,
il tempo ha sempre il profumo
di un severo esaminatore
mai pronto a lasciarsi incantare,
dal mio diluviale allenarmi,
da corse cucite su strade,
sfidando il decomporsi del fiato,
o da punching ball annientati,
per donare ai miei colpi bambini
un'anima sempre più robusta.
Aspettami, gong,
sto arrivando, come il primo giorno,
le vere gambe su cui mi sorreggo,
sono l'incitamento della gente intorno;
un altro incontro,
un altro modo per riconquistarsi,
o forse
per incontrare nuovi limiti al mio conoscermi.
Niente colpi sotto la cintura,
solo ganci da sferrare
sul volto che gracchia sarcastico
di un'onnipresente paura.
Il match comincia,
ora devo andare,
uscirò forse osannato vincitore,
o con un volto tumefatto da maledire,
ma la boxe donarmi avrà saputo,
un'altra serata da incorniciare,
per quest'uomo che nel combattere,
scoprirà anche di sapersi amare.

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/07/2012 16:44
    Giusta considerazione, sia sulla vita che su boxare, e su questo secondo aspetto parlo per esperienza. Versi molto suggestivi e aulici. COmplimenti.
  • Anonimo il 15/07/2012 10:24
    La vita, amico mio, è un pugno che cambia sempre nome... *****
    Dici tutto e bene Cristiano. Buona domenica. Franco
  • Rocco Michele LETTINI il 14/07/2012 22:13
    Sul ring... tutto l'amore in un pugno... Fantastico versicolato... CIAO

2 commenti:

  • cristiano comelli il 15/07/2012 12:03
    Grazie per i commenti. Ammetto di non essere un grande appassionato di pugilato, ma mi affascina comunque lo sforzo che il pugile compie durante ogni incontro di superare se stesso cercando di sconfiggere l'avversario. Credo che infatti il pugilato rappresenti prima di tutto un tentativo di andare sempre oltre se stessi. Da questo punto di vista è sport nobile. A mio modesto avviso, chi lo riduce a un semplice scambio di cazzotti esagera per difetto e mostra di non comprenderne l'essenza. Dietro ogni incontro vi è un allenamento duro, costante, a volte anche sofferto. E dietro la scelta pugilistica, a volta, vi è il dramma di avere assaggiato la strada e la marginalità sociale; è, appunto, come ho cercato di dire, "un pugno che cambia sempre nome"; a cui chi fa pugilato cerca di contrapporre un guantone che porti, indelebile e costante, il suo nome. Cordialità e grazie per le attestazioni di stima verso il componimento.
  • augusta il 15/07/2012 10:24
    non m'intendo di pugilato... ma bella molto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0