accedi   |   crea nuovo account

Aulica bellezza

All'udire
del sole

baci
rari cieli
nei respiri delle parole

ondeggiando
nel dì dei profumi

i miei occhi
sospingi

in
aliti
esterni

interni
d'abbracci eterni

 

7
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/07/2012 19:14
    Bellissimi versi che provocano intensi sentimenti e liberano, elevandoci la nostra emotività...

    Stupenda Vincenzo... versi aulici e profondi...
  • Anonimo il 15/07/2012 12:34
    Molto interessante l'uso della sinestesia in questa lirica: "all'udire del Sole" sembra quasi includere tutti i suoni dell'alba che la natura (e più prosaicamente anche la città offre.
    Sulla scia di Ungaretti viene abolita la sintassi, ma ciò non costituisce un problema rilevante, dal momento che la lirica è una successione di immagini che armoniosamente si raccordano tra loro, suscitando una favorevole impressione.
    Curiosamente, l'autore opera però anche un rimare, verso la chiusa, dal sapore barocco: gli "erni" delle rime si incalzano con foga, suscitando quello shock che l'arte del periodo cercava di far sorgere nel lettore.
    Abbiamo dunque un incontro tra il passato più remoto della poesia e con il passato più recente, incontro che valuto fruttuoso e piacevole.

3 commenti:

  • roberto caterina il 15/07/2012 10:36
    Un abbraccio eterno... Apprezzato
  • karen tognini il 15/07/2012 09:21
    Sono abbracci eterni Vincenzo... buona domenica di cuore...
    un abbraccio grande grande... Meravigliosa poesia...
  • Teresa Tripodi il 15/07/2012 09:12
    Nobile come se fosse eterna elevata ad una potenza infinita che domina sopra ogni forma di volontà ... ma che è purezza ne suo esistere... buona domenica Vincenzo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0