PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Simile a voi

Diffidenti e attenti
scrutatori del nulla,
occhietti vispi e furbi..
adorabili creature vestite di pelo..

Vi osservo, dai tempi della scuola..
Mi commuovo tutt'ora..

Buffi musetti, lunghi dentini..
orecchie all'insù..

Re della paura
dolci ed insicuri batuffoli di morbidezza.

Cuore puro che batte più forte
ad un gesto, una parola
che tremare vi fa.

Simile a voi,
quasi donna nel corpo ma non nell'anima..
simile a voi..

curiosa, paurosa..
tremo anch'io.

Osservo il mondo intorno,
lo annuso e torno sui miei passi
ad ogni delusione..
assaggio e rinuncio a ciò che non amo.

Istinto materno,
protettiva amica
cerco una perfezione non mia.

Gelosa..
una carezza a te e una a me..
Indifferente a ciò che non m'importa..

Voi i re della paura
ed io.. come voi..

 

5
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 09/09/2012 13:23
    Bello questo tuo paragnonarti ad un animale, io mi paragono a un orso, considerata la pancia che ho, per giunta rimbambito. Comunque, non si capisce se parli di un cane o un criceto, ne avevo uno quando era piccolo, bellissimo e vispissimo tanto che prese la via perchè io o mio fratello lasciammo la gabbia aperta che scorrazzava sempre per casa e saliva su per i peli delle nostre gambe... vabbè questo non c'entra. Di nuovo l'autrice dimostra spontaneità e autorevole capacità espressiva e di amore compassionevole. Complimenti.
  • Anonimo il 14/08/2012 08:49
    devo dire che hai saputo egregiamente descrivere quel senso di "animale timoroso" che purtroppo molte esseri umani sensibile, e giustamente, provano...

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 17/07/2012 16:15
    Simile a loro, sia nel cuore che nell'anima. Teneri ricordi.
  • Andrea Pezzotta il 17/07/2012 13:35
    Davvero una poesia particolare, molto bella!