accedi   |   crea nuovo account

La fortuna e il vecchio

chiese un giorno un vecchio alla fortuna:
almen fammi saper, sei bionda o bruna?
tutta la vita invano t'invocai,
ma tu solo mi lasciasti in mezzo ai miei guai...

ed Ella apparsa a lui nel suo splendor rispose:
chiamar Fortuna e lamentarsi assai,
altro non porta che l'aumentar dei guai..

Fortuna vuole cuor contento
occhi pronti e mano lesta
al dì ch' Ella ate s'appresta,
Ella non dà se non a chi l'afferra...

e, detto questo, se ne tornò nella sua terra...

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/07/2012 22:34
    Concordando con Rocco, si evidenziano richiamo a Trilussa in questa lirica tanto musicale per le rime curate. Complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 17/07/2012 19:38
    M'è parso di scorrere un versicolato di Trilussiana fattura... Mirabile nel corredo e nella musicalità del verso... per non dire de la tematica marchiata con eloquenza... CIAO ROSA'

1 commenti:

  • franco buniotto il 15/08/2012 16:12
    Istruttiva e bella. Complimenti. Te lo dice uno sfigato. ***** Franco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0