PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Palco

La mia tapparella
è sipario sul mondo,
su una commedia che io amo,
fatta di storie di genti
e fiori da innaffiare.

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Emanuela Ciotti il 22/08/2012 13:04
    È spiazzante come in pochi versi un limite, un sipario capace di dividere il mondo dello spettatore da quello degli attori, viene prima così attentamente definito per poi dissolversi nella semplicità della commedia della vita dove la quotidianità della gente si fonde con quella dell'autore su di un unico palco... storie di genti e di fiori da innaffiare... davvero bella!
  • Federica il 22/08/2012 11:04
    Pirandelliano direi!
  • SalvatoreCierro il 17/07/2012 20:31
    Mondo è il palco di non attori, mondo è l'unico palco dove non si recita ed è tutto vero! Comunque mi piace
  • Rocco Michele LETTINI il 17/07/2012 19:43
    Spettatore sul mondo... Lodevole verseggio...
    CIAO AUGUSTO...

1 commenti:

  • augusto villa il 27/09/2012 09:53
    Infatti, Salvatore... S'improvvisa in scena!!!
    Ognuno fa i suoi "versi"... come dice Francesco Salvi nella sua canzoncina... che sembra leggera... ma è molto, moolto profonda... Io quasi mi commuovo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0