accedi   |   crea nuovo account

Il rasoio

Sulla lama, dal taglio affilato
della vita strani percorsi

s'incontrano
s'intrecciano
si perdono nel tempo

camminare sul filo, sospeso sul niente
un gioco di equilibri sottili
il baratro ad ogni passo
pochi frammenti e di là, vertigine d'abisso

stringi le mie dita
non lasciarmi
per non cadere
sarà più facile vivere
tenendosi per mano.

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marino Monti il 20/07/2012 14:12
    L'inizio, bellissima descrizione della fatica di vivere, con tutte le sue difficoltà a restare a galla, condivido molto. Il finale è molto programmatico, è la speranza per non farsi distruggere, ed è quello che dovremo fare tutti, tenersi per mano, tutti uniti per difendersi dalla vita ed affrontarla nel migliore dei modi.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/07/2012 08:47
    Suggestivo corredo... BRAVA GINA

5 commenti:

  • Alessandro Guerritore il 30/09/2012 17:57
    Estremamente coinvolgente la prima parte della tua opera, tormentata, sofferta, crudele, bella per questo.
    In così pochi versi, tanto da ascoltare nel silenzio.


    Poi... la sua conclusione: scontata, cercata, voluta.

  • Anonimo il 21/07/2012 10:05
    ... tenersi per mano è la tenerezza e la forza più grande per superare le difficoltà della vita! Magari riuscissimo tutti a farlo... Grazie dei bei versi!
  • Ellebi il 21/07/2012 10:00
    È meglio viverle insieme le difficoltà della vita, è questo il messaggio di questa bella poesia. Complimenti e saluti.
  • mauri huis il 20/07/2012 11:33
    Bella poesia e bella consapevolezza, basta non lasciarsene spaventare. Complimenti Gina!
  • Anonimo il 20/07/2012 10:00
    Suggestiva metafora delle difficoltà della vita. Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0