PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Consapevoli

Noi,
tre vertici imperfetti
di un perfetto triangolo
ce ne stavamo in silenzio
a contemplare i nostri stanchi visi
appassiti d'agonia e gioventù in fiamme

Noi,
un guercio, un sordo e un'orfana
ci fissavamo coscienti
delle nostre incompletezze
delle nostre disgrazie
di quel nostro profondo comune dolore

e d'infinita speranza
e interminabile fanciullezza
consapevoli sorrisi ci fiorirono in bocca
come l'eterna primavera
che dipingeva di caldi colori
i nostri giovani cuori

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/07/2012 21:46
    Oh musa, che crei grazie anche a muse, e quindi sei e fai in corrispondenza dell'essere te e di chi ti è intorno. E la tua voce come sollievo per cuori lacinati da troppo dolore. Bellissima questa tua poesia, sensibilità espressa a ogni verso con semplicità ed efficacia! Brava. Voce meravigliosa nell'universo!
  • Rocco Michele LETTINI il 20/07/2012 18:50
    MI VIEN DA DIRE... VIVA LA RINSCITA... MIRABILE LA STROFA DI CHIUSA...
    BRAVA LAVINIA

3 commenti:

  • Hal Jabronski il 20/08/2012 14:07
    "consapevoli sorrisi ci fiorirono in bocca
    come l'eterna primavera
    che dipingeva di caldi colori
    i nostri giovani cuori"
    Bella poesia, complimenti.
  • Lavinia Pini il 07/08/2012 19:07
    Grazie ancora a tutti! E grazie Raffa! eheh..
  • Anonimo il 23/07/2012 15:58
    molto bella Lavinia... piena di speranza...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0