accedi   |   crea nuovo account

Bentornata Rossella

Odo di nuovo,
fiera e compiaciuta,
di una libertà che mai mi ha tradito,
il profumo avvolgente dei mirti,
nel primo, scalpitante giorno,
che aspergere si lascia
dolcemente arrendevole,
di una vita riabbracciata.
Con me viaggia incontaminata,
l'ebbrezza del sussurro supremo,
della certezza che reinventarmi saprò
amore per chi desidero amare,
no, terroristi,
nelle vostre mani
rimasta non è neppure la mia voce
che ricucendo va alle mie ore,
il più delicato, soave ritornello:
"Rossella Urru,
ora sai che nessun germe vigliacco di violenza,
tramortirà il bisogno di aiutare,
e insegnare agli altri a sperare,
con cui hai assegnato il nome senso,
alla tua esistenza".

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • cristiano comelli il 22/07/2012 11:41
    Grazie Vincenzo, come sempre sei molto attento e sensibile. Non volevo essere solo a dare il bentornato a questa ragazza d'oro che ha scelto di impegnare la sua vita aiutando gli altri e ha rischiato di pagare di persona questo suo impegno; per fortuna il destino ha disposto diversamente. Ciao.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/07/2012 08:15
    La Terra ospita... ancora troppi desertici Mali...

    Bellissima Cristiano... per Amore reinventarmi saprò...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0