PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oscura delusione

Animo cupo,
lacrime che non sgorgano
e oscurano il cuore.
Vita sprecata
per aver troppo amato.
Un figlio perso
che non potra' ritornare.
La presenza fisica non conta,
una lingua tagliente
uccide in un attimo.
Cosa potra' mai essere la morte?

 

7
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 09/08/2012 17:08
    Una poesia dai versi toccanti che rivela la grande amarezza dell'autrice per un amore tradito, così lancinante da non essere nulla, come OSCURA DELUSIONE, neppure dinanzi alla morte. Una chiusa molto incisiva e significativa che ha chiaramente rivelato il dolorosissimo stato d'animo della poetessa.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/07/2012 18:21
    Solo una toccante poesia... per sollievo... pazienza...
    CIAO FRANCESCA

7 commenti:

  • Anonimo il 23/09/2012 08:34
    cosa di più doloroso potrà mai accadere... quando la vita ci ha già provati sino in fondo... bellissima cara francesca ti sono vicina con il cuore...
  • Andrea il 25/08/2012 14:31
    poesia vissuta, sincera, e coraggiosa... finale meraviglioso
  • Maria Rosa Castellano il 26/07/2012 17:30
    Cara amica, purtroppo non c'è limite all'amore di una madre. Soffro con te, ma ti affido alla mia speranza: i figli ci amano anche quando dimostrano di non capirci e deludono ogni nostra aspettativa, facendoci precipitare nell'illusione che solo la morte possa darci conforto. Combatti come tu sai fare. ciaooo
  • Gianni Spadavecchia il 22/07/2012 16:54
    Cos'è la morte? Un buco nero forse, la fine di un percorso, un terremoto in un mondo di realtà e sogni.. Oppure infinito dolore.
  • stella luce il 22/07/2012 15:01
    versi densi di dolore... quando una vita dolorosa attende una morte che non fa paura per il tanto già sofferto... condivido la lingua è capace di dolori atroci...
  • Francesco il 21/07/2012 20:11
    parole d'un animo tanto sensibile quanto dolente con un accentuata affermazione della morte complimenti francesca!!!
  • Ellebi il 21/07/2012 17:04
    Probabilmente incertezza e sgomento dell'ignoto. Bella e triste poesia, complimenti e un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0