accedi   |   crea nuovo account

Pompe

Ne lo verde prato
un'ametista calpestando
a terra caddi,
e lo grugno
rompendomi,
come primo
a lo mondo venni,
seppur quinto,
in barba la feci,
quindi,
a li altri quattro.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/07/2012 21:38
    Un'altra mirabile lirica DON POMPEO... spirito compreso...
    OK

1 commenti:

  • Anonimo il 23/07/2012 20:50
    troppo originale Don... molto apprzzata bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0