PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ipersensibilità e Verità

Nel chiosco
ipersensibile

dei Tuoi occhi

volano
le ali di giornali

non ancora stemperati da lacrime a clausura e stempiati da falsità di partito

conosco
gioie e dolori veri

s'imprimono
a caratteri cubitali

le ultime notizie apolitiche di un monastico giorno troppo spesso disumano

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/07/2012 21:41
    SE QUALCUNO LA LEGGESSE COL SINCERO... AVRA' DI CHE MEDITARE...
    STUPENDI VERSI... BRAVO VINCENZO

4 commenti:

  • Anonimo il 25/07/2012 13:06
    ha ragione Karen la sensibilità non è di questo mondo... regna l'arroganza e l'oportunismo... molto bella sempre complimenti vincent...
  • stella luce il 23/07/2012 20:56
    Occhi che vedono dolori... occhi che non lasciano libere le lacrime... versi molto belli su di un mondo che spesso è troppo denso di "cattive notizie"...
  • Nicola Saracino il 23/07/2012 16:56
    Gioie e dolori veri restano fuori dalle lotte per il potere. E le falsità di partito insidiano anche la vita e la poesia, perché il partito non è solo politico, ma è ogni formazione fisica e mentale che si aggrega per raggiungere e mantenere il potere. Questo è disumano ed è fin troppo umano... N
  • karen tognini il 23/07/2012 16:48
    Bravo Vincenzo... siamo contornati da un mondo di opportunista...
    dove le persone sensibile soffrono troppo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0