accedi   |   crea nuovo account

Ricordi di scuola

Tanti i ricordi
Dell'età mia verde
Quando alla scuola
Mi toccò d'andare
Al suono della prima campanella
Cara maestra mia, ti vidi
E mi apparisti bella
Capelli biondi e azzurri avevi gli occhi
Mi accoglievi alla soglia sorridendo
M'insegnavi il saluto
Mi accompagnavi al banco
Dandomi il benvenuto
Sei anni avevo
Ed ero intimorita
Cartella di cartone sottobraccio
Un nero grembiulino col colletto bianco
Iniziavo così una nuova vita
Al mio posto seduta dietro un banco
Inchiostro e calamaio
L'asticciola, il quaderno, la gomma e la matita
Il libro di lettura
E il sillabario col compositore
Appese alle pareti addirittura
Dell'alfabeto letterine in grande
Man mano che insegnavi la scrittura
Lavagna nera, gesso e cancellino
La data in alto scritta per benino
Come dimenticare quei tuoi sguardi
Quando mi sorprendevi a chiacchierare
O quando io, distratta da un nonnulla
Fantasticavo mentre tu spiegavi?
Il rimprovero certo non mancava
Eri severa...
Ma a tratti la dolcezza sul tuo volto
Tradiva l'emozione che provavi
E quando poi leggevi la puntata
Del buon Pinocchio e delle sue avventure
A un tratto m'apparivi come fata
Sapevo che quel rito benedetto
Chiudeva finalmente la giornata!

 

1
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 24/07/2012 23:00
    Una bella poesia evocativa del primo anno di scuola, sono ricordi incancellabili che di tanto in tanto tornano alla mente ricordandoci la nostra fanciullezza. In questa poesia mi ritrovo anch'io bambina al primo anno di scuola, com'erano belli quei tempi ormai lontani che l'autrice ha decantato bene in questa poesia dai dolci e nostalgici versi, opera apprezzata!
  • Rocco Michele LETTINI il 24/07/2012 21:27
    Sono ritornato bambino per un attimo... ed ho abbracciato la mia maestra... dicendogli GRAZIE MAMMA...
    Tanti ricordi inculca cotanto verseggio...
    IL MIO PLAUSO E LA MIA LODE... BRAVA LIDIA

6 commenti:

  • lidia filippi il 25/07/2012 17:37
    Ti ringrazio Grazia... Noi che abbiamo vissuto quei tempi ed eravamo felici con poco condividiamo questo genere di ricordi
    Un abbraccio
  • lidia filippi il 24/07/2012 21:56
    Grazie carissima Laura! Si, questi ricordi non si potranno mai cancellare...
  • lidia filippi il 24/07/2012 21:50
    Grazie Rocco Michele! La maestra vera, quella che educa insegnando, ama gli alunni e la sua professione... Tu l'hai avuta una vera maestra e le stai inviando un sentito grazie... Questo un po' mi commuove
  • laura il 24/07/2012 21:49
    molto bella! fa tornare all'età in cui era tutto più bello. I ricordi di scuola, il ricordo della maestra, dei libri, dei quaderni, inchiostro e calamaio... in questa poesia si sente il profumo fresco della giovinezza. Mi soo commossa torando indietro, mmi è venuto in mente il libro cuore! bellissima davvero complimenti
  • lidia filippi il 24/07/2012 21:48
    Si Chira, hai ragione, mi pare ieri e i ricordi di quegli anni spensierati sono nitidi e perfetti. Credo che, tutto sommato, la "nostra" scuola funzinasse meglio e fosse più educante. Ciao, grazie del gradito commento.
  • Anonimo il 24/07/2012 20:56
    Lindore, chiarezza, realtà di altri tempi, i nostri tempi... quelli della cartella di cartone, dell'inchiostro e della carta assorbente, del rispetto verso gli insegnanti "a prescindere". Anche per te sembra ieri, vero?! Una poesia "incantata".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0