PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Musa latina

Divina Venere,
dea suprema beltade
(que bella scoperta!)
in animo hominis omnia bellum
generandi, ego te cogito costante
sic ut mens deficit et etiam me
rincitrullit in maniera impressionante,
quia habeo in omne attimo perpetuo
semper presente ante oculi imago
dulcis musa in splendida veste quae,
in sottoveste illuminante, me facit
parler aussi en francaise e je
la regard comme superieure femme
autre que la premier dame!
Ego sum espertus in hoc campo
quia in iuventude fuit petite viveur,
parvus latin lover paesanus lungi
ab delfino padano in nomine patris
et filius senatur, et tantum plus lungi
ab divino, immortale, universale Silvio,
homo nomber one, qui facit dannare
et peccare etiam santus aureus usque
partorire in sacrilego travaglio marcatus
cum malefico et maldicente vignettista.
Semper ego, ut ex viveur terra terra,
pour vivre les derniers jours de la vie
iam tantum pallida et nigra, mihi bastat
boccata aera pura et occhiata dulcis musa
sine alia intesa, pretesa et ulla impresa
solum intercalando ossigeno vitale
et dolcezza pura, bellezza ideale.
Sed nunc, lingua gallica fugendo
et postum tantum parlare cum verba
inutili per declinare sermonem serium,
mea magna dea, solum bella idea,
venendo inter nos, ispirat me pauperum
(parvus homo, pallosus maritus,
fallitus pater familias, infimus medicus
mutua, qui hodie dicitur familiae!)
in magno latino, prolifica lingua et verbum
ispiratum probi et illustri viri antiqui!
Et sic, ubi est maior lux, apparit
excelsa Musa, quae suaviter scientiam
docet sub veste angelica, oculi illuminando
(ut mirabilis imago ab celeste regia domus)
et auricole delitiando (sicut cantus sirene!)
cum sua melodiosa voce.
D'incantum terapia sanat, malum
passat, omnia cessat et minor medicus

12

4
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/07/2012 06:49
    APPREZZATA NEL SUO HUMOUR...
    CIAO FRANCO... BUONA GIORNATA

5 commenti:

  • Anonimo il 26/07/2012 16:14
    Molto simpatica e divertente. Omnia tua mala fugata sunt cum tua excelsa Musa. Amen
  • Anonimo il 26/07/2012 14:09
    Un'originalità densa di leggerezza di cui, ogni tanto, abbiamo bisogno. Grazie, dunque.
  • Anonimo il 26/07/2012 09:44
    ironica... simpatica... mi associo agli altri due commenti degli amici poeti... bravissimo un abbraccio
  • Francesco Andrea Maiello il 26/07/2012 07:36
    Cara Loretta e Rocco colgo l'occasione (sempre grato per i vostri commenti) per augurarvi (insieme a lettori, scrittori e a redattori) buone vacanze... olimpiche con L'ENFASI OLIMPICA: Lo sport, il corriere dell pace e dela fratellanza, in corriera e di gran carriera fa viaggiare i sogni
  • loretta margherita citarei il 26/07/2012 06:19
    un latino maccheronico dona originalità al testo, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0