PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La nascita di una rosa

Riposò:
alla
fonte
quieta dei boschi
la ninfa Amore.
La rugiada
la baciò
allo scroscio d'ardore.
È la natura
che vide
la sua pelle
rosa
velluto ed armonia
sussurrò:
si fermi
in un fiore bellezza
ma possa il suo stelo
generare spine
per pungere
chi
fa soffrire splendore

 

5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/07/2012 18:55
    Verseggio vellutato... come il nascere de la Tua rosa...
    Scorrevole nelle parole e nella musicalità...
    IL MIO ENCOMIO GIUSEPPE... CIAO

3 commenti:

  • stella luce il 27/07/2012 00:07
    quanta dolcezza in questi versi... adoro le rose... sono il fiore dell'amore... e questi versi ne sono pieni...
  • giuseppe il 26/07/2012 19:46
    Rubando, un emozione al vento, son divenuto poeta!
    Raccoglierò: mille frammenti, d'emozioni dal mio inconscio
    fermandoli, su petali vellutati d'armonia, farò sbocciare una poesia, perchè nel celato d'ogni umano, nascon gioie e rancori.
    come nei vialii fiori!
    Grazie, un saluto Giuseppe Pagnozzi
  • loretta margherita citarei il 26/07/2012 19:25
    sembra una fiaba, piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0