PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io sò Carmela

Fiore pronto per sbocciare
Germoglio all'alba
della fioritura
Farfalla che asciuga le ali
al sole in attesa di spiccare
il volo

Io sò Carmela!

Tredici gli anni
Non più bambina
ma non ancora donna
Acerbo frutto
Succosa mela
Strappata con violenza
alle tue bambole di pezza
Costretta a giochi che fanno
solo male
Preda di mente folle
depravata pervertita
Istinto feroce d'una belva
Additata dagli sguardi
della gente
Marchiata come bestia
Emarginata
Quasi fossi tu la peccatrice

Io sò Carmela!

Troppo grande il peso
Coltellate alla tua carne
i mormorii delle compagne
Solo condanna attorno
a te
Sei fuggita
Confusa sbandata seviziata
nel corpo e ancor di più
nell'anima
Nuovo dolore si aggiunge
a dolore
Violenza si somma alla
violenza
T'han trovata così
Muta drogata spaventata
Ancora una volta
stuprata e violentata
Colpa del branco!
No! Non di animali
Gli animali difendono
i cuccioli

12

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/07/2012 15:22
    Non più bambina
    ma non ancora donna!
    Toccante verseggio di una realtà quotidiana e disumana...
    Scorso nella melanconia... IL MIO PLAUSO MICHELE... CIAO

3 commenti:

  • salvo ragonesi il 25/12/2012 19:26
    bolto bella. grande tema bravissimo salvo
  • stella luce il 27/07/2012 22:38
    versi molto forti per il tema trattato... non vi è molto da dire solo che spesso l'uomo è decisamente peggio degli animali... loro difendono i loro cuccioli... bravo
  • loretta margherita citarei il 27/07/2012 15:36
    un argomento pesante, triste realtà che sfiora anime innocenti, apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0