accedi   |   crea nuovo account

L'amore è viziato ed egocentrico, figlio del divino, insomma l'amore è il classico odioso figlio di papà

Fiore dei tuoi occhi blu, il mare egeo ti abbraccia, ti assomiglia, Poseidone disse"lei è mia figlia". Allora il corallo sul tuo collo è un qualcosa di dovuto, come se mi perdessi tra le tue braccia, che sono spuma di mare, e io ti nuoto dentro, in questo mare, in questo tuo mare che non ha rive. Condannato per l'eternità a ingoiare acqua a cercarti nel fondale senza una costa, senza un faro, senza un isola, senza una riva. Sarà che la terra ha smesso di esistere quando hai cominciato ad esistere tu.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • rescaldani franco il 01/08/2012 10:32
    immerso così profondamente in questo Amore naufrago in cerca della Riva come appiglio per ritrovarsi ancora.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0