PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cercatori di segni

I mastri muratori sono stanchi,
tutto il giorno a tirare su muri
e incastrare travi per solai,
a costruire archi e colonne,
a squadrare conci di pietra.
La misura è stata raggiunta,
scendono le lunghe scale
ma prima lasciano un segno
per riprendere il domani.
Oggi vagano i cercatori di segni
In un mondo di manovali.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 31/07/2012 18:38
    Come se alcuni stessero gridando nel deserto... il resto dell'umanità non riesce ad ascoltare per incapacità. I manovali non capiscono i segni dei mastri muratori eppure sono entrambi necessari alla costruzione della casa. Ed... tutto andrà a rotoli se non ci si ferma a parlarci e a cercare comprensione fra di noi, fra maestri ed allievi. Ho inteso così se è altrimenti scusami... magari mi spieghi anche se so che le cose belle devono essere gustate e non hanno bisogno di spiegazioni. Bella bella Ed!
  • loretta margherita citarei il 31/07/2012 16:16
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0