PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anche il diavolo dice una preghiera

La ricordi, la foto
tutti gli amici ed io sconosciuto
padrone di casa, dagli occhi rossi.

Bruttino, capelli corvini
come due piccole corna,
no, che non era carnevale,

non piangere, è accaduto.
Sullla foto che osservi ora urlando
in quell'angolo buio della stanza

la poltrona rossa. Dopo la festa
in un delirio di alcool
ti strappai l'attimo esatto

inconsapevole, feroce, violento
passionale, di meraviglioso sesso.
Che tu stravolta solo ora ricordi.

Ed ora capisci chi è lui nella culla
gli occhi come i miei, angelo di luce
come lo eri tu, prima di conoscermi.

È nostro figlio, e la stanza va a fuoco
non hai più riparo oramai, lui soparavvive
non è come te. È abituato, come altre anime

in pena. A vivere nel fuoco.
E anche tu, passato l'istante per lo spirito
ti troverai un bene d'inferno.

Non sarai regina, ma insieme ad altri.
Non sarai re, ma insieme ad altri.
E una via d'uscita c'è: a... e,

provate a ritrovarla, sono l'angelo nel fuoco
nominatela per favore, è arrivato un nano
non lo sopporto più.

Anche io ora sono come voi
anche io ora sono pronto a gridar la parola
anche io ho diritto alla strada verso la pace.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 28/10/2016 09:03
    splendida... complimenti.
  • STEFANO ROSSI il 01/08/2012 19:37
    molto bella Raffa, ottima la metrica, e ottimo l'omaggio al nano... eh si lui c'è sempre...
  • Rocco Michele LETTINI il 01/08/2012 06:03
    E IL MIO ENCOMIO PER COTANTO SENNO...

2 commenti:

  • Anonimo il 02/08/2012 19:41
    riconoscere un errore... vuol dire superarlo... chiunque noi siamo abbiamo diritto ad attraversare la strada della pace... molto bell e sentita Raf... aquilot
  • Rocco Michele LETTINI il 01/08/2012 06:02
    Il ricredersi di un fallo remoto... porta a purificare l'animo... e la preghiera si fa salvezza... per la pace interiore...
    Riflessivo verseggio... lodevolmente corredato...
    BRAVO RAFFAELE... BUONA GIORNATA

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0