PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Jeans

Sarà il caldo che evapora il pensiero
che rarefatto cerca il piacere
oppure la voglia insistente di fresco
che punge per ottenere distrazione
o semplicemente per divertimento
ecco i jeans nell'immaginario entrare
collocati nel remoto settecento
quando Casanova seduceva le donne
da scolli e ampie gonne preso all'amo.

Davanti a tanti pantaloni di femmine
il Nostro in lacrime sarebbe stato
a vaghe conquiste non più tentato.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 01/08/2012 19:31
    Nel settecento, nel privato, le donne usavano pantaloni lunghi di sottilissimo raso colorato, molto aderenti. Credo che Casanova ne sapesse qualcosa!... ***** Franco
  • loretta margherita citarei il 01/08/2012 19:27
    gradevole, ma penso che giacomo i jeans non l'avrebbero fermato, piaciuta
  • Michele Prenna il 01/08/2012 18:03
    Sono o almeno vorrebbero essere versi leggeri. Nessuna pretesa di giudicare né criticare i casanova di ieri e di oggi così come le donne più o meno civettuole nella scelta degli abiti.
  • Grazia Denaro il 01/08/2012 17:27
    Penso che Casanova non si sarebbe tirato indietro lo stesso davanti a tanti pantaloni indossati dalle donna, in quanto a scollature, nel nostro secolo non mancano di certo, anzi c'è ne sono in abbondanza e per tutti i gusti. Versi piaciuti!
  • tylith il 01/08/2012 16:17
    Poesia divertente che sottolinea da un lato la perduta femminilità e dall'altro un inno alla modernità, per il Casanova penso che avrebbe adottato altre tattiche e che anche oggi sarebbe stato conquistato lui e non viceversa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0