accedi   |   crea nuovo account

Sortilegio

Silenzioso io
su corde arricciate
s'è spento d'un lampo
il bagliore delle fate.

Incantata natura
nell'asciutto d'un rigo
volge forse al riposo
del guerriero assopito.

Sortilegio meschino
s'una pozza di stenti
lega lacci imburrati
come serpi irriverenti.

 

5
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ezio Grieco il 02/08/2012 10:35
    .. interessantissimo post, metafore che racchiudono il bello ed il brutto della vita.
    cl
  • Rossana Russo il 02/08/2012 09:32
    Complimenti Teresa! amo le metafore
  • Antonio Garganese il 02/08/2012 08:01
    Davvero interessante l'utilizzo di metafore riguardanti, secondo me, la crescita e le varie trasformazioni dell'individuo nelle fasi della sua esistenza.
  • Vincenzo Capitanucci il 02/08/2012 06:27
    La sorte di un ciliegio...

    Bellissima Teresa... un rigo asciutto...
  • Rocco Michele LETTINI il 02/08/2012 05:58
    Ferocia nella mente... tenerezza nel cuore... questo mi suggeriscono le Tue toccanti e profonde quartine...
    Nella riflessione della lettura tanto da M_E_D_I_T_A_R_E

    SONO CON TE TERESA

4 commenti:

  • stella luce il 02/08/2012 11:15
    amo queste immagini surreali... brava
  • Anonimo il 02/08/2012 09:05
    forte metafora... dell'avvicendarsi di fatti che accadono, quasi fossero meri sortilegi...
    che dire molto bella sorè...
  • karen tognini il 02/08/2012 08:15
    Sei molto brava Teresa...
    versi introspettivi d'effetto...
  • loretta margherita citarei il 02/08/2012 03:24
    molto originale, sempre brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0