PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Guadagni poetici

(A volte penso
di dover sopravvivere alla poesia
come ad un gatto o ad un cane
amati..
Noi viviamo di più)

I versi scritti per chi io amo
cedono alle lusinghe dell'impossibile
ma
non c'è un unico codice.
Il limite è quel tutto o niente
che spinge oggi nel nulla
il significato di un legame.

Ma nel breve tempo ritrovato
forse il Tutto
potrebbe essere vicino
a chi sa guadagnare dalla differenza
con il passato

perché anche chi scrive poesie
vuole vivere, amare
e dimostrare agli altri
di non averci rimesso..

 

8
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/08/2012 10:45
    Dalla filosofia... uno sgorgo di saggezza...
    IL MIO PLAUSO ROBERTO... CIAO
  • Don Pompeo Mongiello il 03/08/2012 10:22
    Logica, profonda e musicale, incorniciata da uno stile ormai unico.
  • laura il 03/08/2012 08:46
    Versi molto belli e profondi. Ognuno di noi ha bisogno di sentirsi amato e importante per qualcuno. Nella poesia c'e' il bisogno di sentirsi vivi, di sentirsi noi stessi. Scrivere per esprimere ogni emozione che forse a parole resterebbe un soffio d'aria. Non esiste un codice per esprimere ciò che sentiamo, ognuno manifesta il suo essere come sente. perché anche chi scrive poesie
    vuole vivere, amare
    e dimostrare agli altri
    di non averci rimesso.. bellissima la chiusura. Complimenti
  • Anonimo il 03/08/2012 08:41
    molto prosaica... quasi un'aforisma... ma quante verità nelle tue parole?!

4 commenti:

  • stella luce il 04/08/2012 08:24
    la poesia salva spesso la nostra anima, ne fa uscire l'essenza... sono versi molto belli... e quando il Tutto sarà compreso in quel momento sapremo di non averci rimesso in nulla...
  • loretta margherita citarei il 03/08/2012 16:51
    pensiero condiviso, ottima riflessione
  • denny red. il 03/08/2012 14:57
    A volte..
    Il limite è quel tutto o niente..
    Che Dire.. su questa tua..
    Bellissima!! Bravo!

  • Vincenzo Capitanucci il 03/08/2012 11:43
    il compenso... penso...è una moneta d'anima... incorruttibile nel tempo... forse sfuggente all'ultima battuta d'Asta...(la morte)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0