username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il canto dei regni-ragni

Un tappeto di vento
potrebbe render conto
delle sciocchezze
dette
pensate
amate

per portarle via
con la rabbia cupa
che fa nascere le foglie rosse
ogni giorno
libero da sogni

Quando ciò che è vano
acquisterà gli occhi
non vedremo per questo
meglio

sentiremo
voci non nostre
che trovano angoli spessi
nei crolli d'affetti
sotto tegole buie

così d'un tratto ascolteremo
il canto dei regni-ragni mentre tessono
e la loro voce ci sembrerà
intonata
molto..

 

4
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Maurizio Cortese il 03/08/2012 16:37
    Poesia immaginifica, metaforicamente incline alla "vanitas vanitatum".
  • Rocco Michele LETTINI il 03/08/2012 10:52
    Un'intensa riflessione di realtà irreale...
    ENCOMIABILE ROBERTO... CIAO

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0