accedi   |   crea nuovo account

Estate

Non ho più te-mpo.
E non riesco più a
trovare le parole giuste,
spiegarmi, lasciarmi andare.
Non più come prima,
dell'estate più triste
m'é rimasta solo l'immagine di molti,
e di altri.
Si sgretola tutto veloce.

Baciami d'emozioni.
Abbracciami prima del buio.
Infilati dentro me e scopri.

Lascio or i capelli al vento,
fuggono come soffioni
desideri che non sento.
La musica della mia estate
rimbomba nei timpani, isola
muove e ama, pesa.
Il ricordo di questa stagione
sarà gaio come la nascita di un fiore,
triste come la sua morte.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 05/08/2012 18:27
    molto bella, ciao giuseppe, era ora che ripostassi, 1 bacione
  • laura cuppone il 05/08/2012 16:39
    proprio come la stagione... calda e lucente tanto da bruciare... così é quella del cuore, vissuta e dascritta in modo sempre elegante e romantico dal giovane Giuseppe!
    bravo.. e goditela così com'è... perché sempre e comunque ti resterà nel cuore!
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0