username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Inafferabili dati di fatto

Non mi è sfuggita l'Ironia della Situazione,
eco di risate esce da una gola squarciata.
L'Ironia di una Vendetta Involontaria,
scambio equo una bugia per una bugia,
come maiali che si rotolano nel fango,
oh le similitudini crudeli e infantili bambine.
Non mi è sfuggita l'Inutilità di questa Battaglia senza ne vincitori ne vinti,
le guerre di parole, sciabole, dove avrò messo la mia falce?
L'Inutilità di una Storia che nessuno vuole ascoltare,
scambio iniquo di Verità e Menzogne,
dove cominciano le une e le altre?
A chi importa?
Come volpi che scappano da cani affamati,
oh le similarità sfuggenti e schive ninfe.
Non mi è sfuggita la Rabbia provocata dalla Delusione,
fuoco che consuma tutto lasciando solo la cenere.
La Rabbia fredda e calcolata che trasforma il mio essere in apatia,
scambio interiore di braci che alimentano una fiamma autodistruttiva,
come il fuoco che bruciò le rose nel mio giardino,
oh le familiarità ingannevoli e mutevoli creature.
Non mi è sfuggita la crudele Verità,
non è poi così tanto doloroso averti persa un'altra volta,
non puoi distruggere quello che è già detriti,
oh crudele sposa che non ti presenti all'altare quanto è grande il tuo pentimento?
Più o meno grande delle tue vuote promesse?
Più o meno della debolezza confusa che abita il tuo cuore?
Domande, domande, domande,
non importa, non importa, seriamente a chi importa?
A te no quindi perché dovrebbe a me?
Sarà anche così...
Ma non mi è sfuggito il sangue che gronda sul mio pavimento bianco,
senza sorpresa nei miei scuri occhi scopro che ancora una volta è il mio.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tylith il 21/08/2012 09:10
    Componimento complesso, maturo, profondo. I sentimenti si ingarbugliano cercando di trovare la strada della risposta, non la trovano però, alla fine amaramente dopo la perdita la vittima rimane sempre la stessa. Non sappiamo se la poetessa parla di se, non credo, si innalza su una dimensione superiore e dall'alto la scena del sangue che gronda sul pavimento bianco divetna metafora ricorrente nei pensieri di una giovane e "grande" poetessa che non delude nè per la forza delle metafore, nè per la struttura poetica! Ti adoro come è giusto adorare le Regine! un bacio enorme!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0