PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Angela

T'ho vista nel tuo letto d'ospedale,
il riso a mascherar la sofferenza.
Cercavi di sconfiggere quel male,
quello che t'ha stroncato l'esistenza.

E dolce era il tuo sguardo ed il tuo viso,
negli occhi una scintilla di speranza
da sola dava luce al tuo sorriso,
da sola dava luce alla tua stanza

Ed ora che la luce ormai s'è spenta
l'immagine rimane nella mente
d'un "Angela" che angelo diventa

e sale al cielo sopra terre e mari
ed in cielo rimane eternamente,
il proprio sguardo volto sui suoi cari.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuseppe bevacqua il 20/11/2012 13:57
    mi ha colpito la semplicità delle tue parole. "Angela che angelo diventa" è una immagine che resta impressa nei ricordi di tutti quelli che la conoscevano. A volte bastano poche frasi per descrivere l'intensità di uno stato d'animo. Un abbraccio.

4 commenti:

  • Mario Bruno (Ciancia) il 09/10/2013 23:43
    Molto bella.
    ... d'un "Angela" che angeöo diventa
    e sale al cielo sopra terre e mari...
    è di una bellezza poetica molto forte.
    I miei complimenti.
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/12/2012 09:11
    Versi velati da una commozione quasi pittorica, incorniciati da una rima eccellente che li impreziosisce. Ogni parola, ogni espressione è al suo posto, ogni pensiero contribuisce ad onorare la sfortunata Angela che "d'un "Angela" che angelo diventa". Poesia bellissima.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 06/08/2012 06:48
    Grazie Laura
    l'Angela che ci ha lasciato era la moglie di un mio collaboratore. Una donna dolcissima, che ha cercato di resistere alla malattia nel tentativo di rimanere più a lungo possibile vicina ai suoi cari.
    È morta un giorno prima del compleanno della figlia e non è riuscita ad esserci.
    Ma di certo la sta guardando dall'alto, insieme a tutta la sua famiglia.
    Giuseppe
  • laura cuppone il 05/08/2012 17:03
    dolce e triste.. come l'istantanea di uno sguardo...

    piaciuta!
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0