PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Salomè

Come Salomè danzi
turbando i miei sensi,
di veli inutilmente mal celi i tuoi tesori.
Monili splendenti son i seni
e come ebano la tua pelle
di dura e compatta natura.
Sono radici di donna
e fulmini di notte i tuoi capelli,
come raggi elettrizzano l'aria
e tutto si svela alla pallida luce
della bianca mela che dal cielo sospesa
tendi la mano a mangiare questa notte
del frutto proibito.
Come onda su di me
mi circondi l'essere
e dentro i tuoi gorghi
la mia essenza naufraga
fino a giungere nella profondità del tuo ventre.
M'immergo e riemergo
tra le onde di questo dolce oceano,
tra il calore di questa passione
e infine esamine giungo alla tua riva
lieto del lungo peregrinar
tra la tua mossa intimità.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0