username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Siamo solo il ritratto di ciò che non siamo

Siamo solo il ritratto
di ciò che non siamo,
danzatori del tempo
ignoriamo ogni senso.

Siamo solo l'incastro
di brevi intenzioni,
calcoli e trucchi
e ombretti sul viso.

Siamo e non siamo
e mai più saremo,
ormai troppo vinti
sottratti alla vita.

Curati nell'esser
involucri vuoti,
rossetti e vestiti
dun'esser che inganna.

Viandanti distolti
da un viver ch'è inverno,
e il freddo neghiamo
ad ogni tremore.

Sorrisi fasulli
come foglie d'autunno,
dipinti s'un viso
che non conosciamo.

Inventiamo ogni giorno
ogni frase o emozione,
astuti creatori
d'un mondo che muore.

Come morto son io
che danzo sul tempo,
come triste comparsa
d'un opera buffa.

Mi chiedo se mai
potrò condannarmi,
per aver ceduto
a tale follia.

Perchè mi domando
e resto a pensare,
accetto di viver
un lento morire.

Come olio che cola
e cera che scioglie,
or che la poesia
divampa e divora.

Come moglie che anziana
bellezza non trova,
come vecchia canzone
più non cosola.

Così vivo ogni giorno
il teatrino del tempo,
come ansia d'esister
pensiero nel vento.

 

7
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 06/08/2012 06:16
    HO VISTO IL GELO IN COTANTO SINCERO...
    HO VISTO IL GELO SCIOGLIERSI IN STILLE DI DOLORE...
    IL MIO ELOGIO EMILIO... CIAO
    BUONA GIORNATA

7 commenti:

  • Anonimo il 18/08/2012 14:25
    A volte sono costretta a scrivere in fretta, percxiò sento poi il bisogno di tornare su qualcosa che ho detto in modo non chiaro: ti ho chiesto, Emilio, se davvero c'era in te "ansia d'esister" perchè mi aveva molto colpita l'espressione "accetto di vivere un lento morire". È il senso che riusciamo a dare o non dare agli avvenimenti, specie quelli dolorosi, che fa di loro un morire o un VIVERE e perfino AMARE. CIAO.
  • Anonimo il 06/08/2012 18:21
    Amara verita'... mi e' piaciuta a tal punto che ho preso nota di certi versi!!!
    Complimenti... moltissimi complimenti
  • Anonimo il 06/08/2012 17:22
    Poesia bella e profonda dal significato pirandelliano. Noi esseri umani, uno, nessuno, centomila, noi, personaggi in cerca di autore che nascondiamo la nostra vera identità. Bravo. ciao
  • Anna Rossi il 06/08/2012 13:19
    siamo.. ciò che non siamo.. quanta verità nelle tue parole. ottimo testo. e ben scritto!
  • Anonimo il 06/08/2012 12:34
    Sofferente sete di autenticità.
    Che all'autenticità tua, personale tu possa approdare e che essa ti ripaghi di tutta la sofferenza che implica.
    Parole incisive, soprattutto le finali "ansia d'esister". Posso aggiungervi un DAVVERO?
  • laura il 06/08/2012 10:02
    profonda riflessione sul vivere! Siamo solo il ritratto di ciò che non siamo. Viviamo spesso di apparenze, di maschere e trucchi che oltre a nascondere il nostro viso, nascondono la nostra anima! Alle volte fermarsi e leggere il nostro io è importante anche se doloroso. Molto bella ma molto forte e sofferente. Un saluto enorme ciao
  • vincent corbo il 06/08/2012 07:22
    Un passaggio nell'esistere, uno sguardo disincantato sul proprio essere, un cerchio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0